• Cimiteri d'Italia

    Cimitero Maggiore di Milano

    Appartiene a un progetto di fine Ottocento (1886-95), affidato agli ingegneri Luigi Mazzocchi (1842-1925) ed Enrico Brotti. A quei tempi, gli ingegneri italiani svolgevano per lo più compiti legali, amministrativi e calcoli estimativi; era molto improbabile che si occupassero anche di calcoli di stabilità e di componenti strutturali, parti che venivano solitamente riservate a ingegneri stranieri. Questo perché in Italia mancava ancora una corretta formazione in questo campo: molti dei nostri ingegneri, per avere questo tipologia di istruzione, dovevano recarsi all’estero. Leone Savoja, l’ingegnere del Gran Camposanto di Messina, era uno di questi pochi.

Tasto destro disabilitato. Iscriviti per riabilitarlo e copiare i contenuti.