Ancoraggio

L’atto del calare l’ancora, o meglio ‘darla a fondo’, si chiama ancoraggio.

E’ un’operazione che va effettuata con sapienza, perché da essa derivano due principali fattori: evitare lo spostamento della barca dopo il posizionamento, evitare che l’ancora s’incastri nel fondale.

L’ancoraggio permette alla barca di rimanere legata al fondale.

La manovra va eseguita controvento (o controcorrente), calando lentamente l’ancora e dirigendosi dalla parte opposta in retromarcia.

Quando l’ancora avrà toccato il fondo (‘ha fatto testa’), date piccoli colpi di elica a marcia indietro, finchè la barca non girerà intorno a sè.

Per recuperare l’ancora, posizionarsi in direzione della stessa e tirare la catena a bordo.

 

logo ABC2

impara divertendoti

 

 

ABC SIKELIA è una piccola casa editrice no profit nata nel 2009 per dare voce e pagine alle speranze di tanti giovani neoscrittori. L'iscrizione è gratuita e permette di godere di esclusivi vantaggi per l'acquisto di libri e ebook o per la creazione di app e siti web.

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!