• Donne al centro,  Le Sirene delle Eolie

    Alle Eolie la cultura è sempre più solidale

    L’unione fa la forza I Siciliani sono una popolazione tradizionalmente generosa. Pochi sanno che lo sono anche in campo culturale. Nell’ambito del progetto “Donne al centro del Mediterraneo“, portato avanti in collaborazione con l’ISA Eller Vainicher Conti di Lipari, importante è stato l’impegno degli alunni, dei docenti e della dirigenza coinvolti. Proprio loro si sono fatti portatori e sostenitori delle tradizioni culturali legate al loro territorio. Il prof. Dario De Pasquale ha coordinato il gruppo di lavoro, motivandolo e mettendo in atto le buone pratiche impartite dallo stesso, a titolo gratuito, nei corsi di digital marketing turistico tenuti presso lo stesso istituto scolastico di Lipari. Non solo: anche Lipari ha risposto…

  • Donne al centro,  Le Sirene delle Eolie

    Donne e mare, un amore dimenticato

    “C’erano: il mare in ogni immaginabile luce, in tutti i suoi umori sopra e sotto la superficie; il vento e i vasti orizzonti; le nubi che avevano sempre nuove storie da raccontare e nuove facce; le notti stellate e le albe tranquille; i tramonti. A proposito di nubi, una mattina ne vedemmo di stranissime: il cielo appariva come solcato da strisce immani di cirri madreperlacei, molto alti e un poco irreali; su di essi s’era abbattuto un vento di traverso il quale aveva sfasciato ad una ad una le grandi strisce trasformandole in scimitarre capricciose e insolenti.” (Fosco Maraini, Le pescatrici di Hekura, 1954, p. 109). Che associazione esiste tra…

  • Donne al centro,  Le Sirene delle Eolie

    Ulisse e Lipari (Eolie): solo un mito?

    Alle origini dell’Odissea Se pensate che nelle Isole Eolie gli unici terremoti siano quelli tellurici, leggetevi questa storia: in una pittura murale che si conserva presso un’abitazione dell’antica città di Thera (Santorini, isole Cicladi), sarebbe raffigurata l’acropoli di Lipari così come si presentava ai marinai micenei venuti in avanscoperta nel centro del Mediterraneo. Le prove in un dipinto di Santorini e nei reperti ceramici E’ l’ipotesi avanzata dall’archeologo greco Christos Doumas. Nel dipinto vi sono raffigurate due città separate dal mare, sembrerebbe in due isole diverse: quella di sinistra, per alcuni inequivocabili aspetti geomorfici, dovrebbe essere Lipari, con una fortezza e delle abitazioni a ridosso delle colline verdeggianti, la piccola costa…

  • Donne al centro,  Le Sirene delle Eolie

    Le Sirene dell’antica Grecia

    Il canto magico delle Sirene Per i Greci e per i Romani le Sirene equivalgono al “canto magico“. Sono figlie di Acheloo e della musa Calliope. Ciononostante, le Sirene Aglaope (“colei che ha la voce splendida”), Pisinoe (“colei che seduce”), Telsinoe (colei che incanta) non sono proprio le dolci creature che il romanticismo ci ha tramandato. Anzi, sono creature inquietanti e sinistre, con la testa di donna e il corpo di uccello, zampe artigliate, a volte con il volto barbuto. Abitano nell’isola di Antemoessa (a nord della Sicilia), sanno cantare e suonare così bene da incantare chi le ascolta: i marinai, attratti dalla loro voce, fanno naufragio sull’isola dove vengono…

  • Donne al centro,  Le Sirene delle Eolie

    La pesca dei tonni in Sicilia

    I cammini dei tonni Ci sono testi specifici sulla storia della pesca in Sicilia, ma fra tutti merita particolare rilievo il testo di Francesco Carlo D’Amico, Duca d’Ossada, proprietario delle maggiori tonnare della costa tirrenica e appassionato studioso di cultura ittica. Il libro Osservazioni pratiche intorno alla pesca, corso e cammini de’ tonni in opposizione a quanto scrisse su tale oggetto l’avvocato Don Francesco Paolo Avolio…, nasce da una disputa letterario-scientifica contro le tesi dell’Avv. Avolio sui cammini dei tonni in Sicilia. I tonni dei fondali del Mediterraneo La tesi avanzata dal D’Amico si basa sulla conoscenza empirica dei percorsi compiuti dai tonni in Sicilia, nel messinese in particolare: questa…

  • Donne al centro,  Le Sirene delle Eolie

    Le Sirene del Giardino delle Delizie

    La storia dell’umanità in un trittico “Il Giardino delle delizie“ (olio su tavola di 220×389 risalente al 1480-1490 circa, conservato al Museo del Prado di Madrid) è il capolavoro dell’artista rinascimentale fiammingo Hieronymus Bosch. L’opera si presenta complessa e variegata nella sua offerta di immagini, simboli, collocazioni e colori, complessa almeno quanto la Bibbia che essa rappresenta in alcuni passaggi. La storia dell’umanità, infatti, è qui raccontata attraverso la morale cristiana medievale. Nella classica contrapposizione tra il Bene e il Male, l’artista crea tre pannelli, uno centrale e due laterali richiudibili su di esso. Prima dell’apertura la scena è dominata da una rappresentazione della Terra al momento della Creazione divina, quando…

  • Donne al centro,  Le Sirene delle Eolie

    La Danza delle Sirene

    Nel 1883 il pittore ungherese (di genitori francesi) Charles Edouard Boutibonne (1816-1897) realizzava quest’opera dedicata alle Sirene. L’argomento, molto trattato in ambito romantico, ancora una volta riconduce la figura della donna al mito, mescolando dei temi che sono diventati dei luoghi comuni. Boutibonne, che intitola il suo dipinto Mermaids Frolicking in the Sea (Sirene che amoreggiano nel mare), mette in rilievo non solo la bellezza assoluta della donna ma anche la sua potenza ammaliatrice, le sue doti di maggiore resistenza e compatibilità con le acque del mare, uniti ai temi del potere purificatore dell’acqua e della complicità fra donne, specie di fronte ai pericoli. L’artista, dal tratto accademico, già pittore ufficiale della Regina Vittoria (suo…

  • Donne al centro,  Le Sirene delle Eolie

    Le Sirene di Ulisse

    Il fascino ammaliante delle Sirene La Sirena nell’antichità simboleggiava l’altra faccia della ragione, l’abbandono alla pratica dei sensi che rendeva l’uomo “ammaliato“.Questa tendenza istintiva a perdere il controllo della propria mente e lasciarsi andare alle proprie pulsioni costituisce la deviazione dalle “buone pratiche” della vita: unità familiare, ordine sociale, tutto ciò che fa rima con la parola “civiltà”. Lo sapeva bene Omero quando, nella sua Odissea, tracciava un profilo di uomo virtuoso, Ulisse, che non si lascia totalmente condizionare dal richiamo delle affascinanti donne che incontra nel suo avventuroso percorso, controllandone razionalmente il rapporto umano intrapreso. Sarà la maga Circe a metterlo in guardia circa il richiamo irresistibile delle Sirene:…

  • Donne al centro,  Le Sirene delle Eolie

    Donne al centro del Mediterraneo

    Le Sirene delle Eolie Un tempo, cronologicamente compreso fra Otto e Novecento, le donne delle Isole Eolie affrontavano i marosi, immergendosi in battute di pesca: remavano, tiravano le reti, tenevano i figli e, una volta a terra, cucivano le reti, dissodavano i campi, raccogliendone  i frutti, cucinavano le pietanze per la famiglia. Una vita intensa, a contatto con il lavoro quotidiano. Dopo la Seconda guerra mondiale il loro supporto in mare non era più richiesto e la loro storia finiva lasciando poche tracce nell’iconografia ufficiale del luogo e persino nella memoria degli abitanti (Fonte storica: Macrina Marilena Maffei, Donne di Mare, 2013). Perché si è persa la memoria delle donne…

Tasto destro disabilitato. Iscriviti per riabilitarlo e copiare i contenuti.